Il Paradiso tra due ponti

Mangia
Piega
Ama

Chiudete gli occhi.
Immaginatevi una strada tutta curve che si infila in una valle stretta scavata da un fiume.
All’inizio e alla fine c’è un ponte, come se questa valle fosse staccata dal resto. La strada poi segue l’andamento del fiume. A volte calmo, a volte impetuoso.
Le pareti di roccia sono vicine, molto vicine. Sembra quasi di poterle toccare mentre scorri con la tua moto.
Non sai se guardare la strada o il resto. Entrambi bellissimi. Sei indeciso tra guida o contemplazione, traiettoria o panorama. Davanti l’asfalto che si srotola invitante e ai lati cascate, boschi e rocce tagliate dai secoli.
Ogni tanto lo sguardo riesce ad infilarsi tra gli alberi e vede il fiume laggiù.
Ogni tanto è bello alzarlo lo sguardo, su montagne innevate e piccoli paesi col loro campanile che svetta tra i tetti. Ora potete aprire gli occhi. No, non è un sogno. E’ l’ennesima perla che regala l’Appennino.

Un paradiso tra due ponti. La valle del torrente Scoltenna.

P.S.
Per i palati affamati consiglio L’Osteria del Trebbo a Riolunato. Piatti della tradizione e prodotti locali a km zero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *