L’anello del Mugello

Mangia
Piega
Ama

Questo è un giro da dare i numeri. Diamoli:

1 anello, 4 passi, 90 km di curve, 150 battiti costanti di cuore, 4,5 euro il pranzo migliore del mondo.
Ma mai come in questo caso i numeri non dicono nulla.
Mugello, terra di Toscana. E’ sabato e il sole splende nel cielo.
Firenzuola è il punto di partenza e di arrivo di questo giro fantastico.

La valle del Santerno è stupenda. La strada scorre veloce tra rocce stratificate e il letto del fiume. E’ quasi un peccato svoltare a destra verso Palazzuolo.
La salita al Valico del Paretaio regala emozioni. Il panorama è qualcosa di unico e la sosta diventa obbligatoria.
La salita al Passo della Sambuca l’ho fatta due volte. Sù, giù, poi ancora sù. Troppo bella! Motociclisticamente parlando è tra le strade più gustose da fare. Regala curve di ogni tipo, senza pause, fino in cima.
Dal Sambuca si scende tra i boschi al Colla di Casaglia e poi giù in picchiata a Scarperia, passando dal Tempio. Dal vivo le arrabbiate sono qualcosa di spaventoso…
La salita del Giogo è asfaltata nuova. Grip alle stelle, così come il mio morale. Al passo consumo il pasto migliore della mia vita: schiaccia salame e formaggio. Sarà stato l’entusiamo, la bellezza del posto e le tante moto. Boh. Fattostà che un sapore così buono….. manco da Bottura!
Discesa a Firenzuala. Bella, un’ottima chiusura del cerchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *